La Strada: Palcoscenico di vita


Il 19 Giugno scorso l’auditorium di Mascalucia ha ospitato per il terzo anno consecutivo l’associazione fotografica Renarossa, nell’ ormai consueto evento di chiusura del corso base di fotografia, quest’anno dal titolo “La strada: Palcoscenico di Vita”.

Come tradizione non è mancato l’intervento dell’amministrazione comunale nella persona del vice sindaco Fabio Cantarella, che si e’ complimentato con la nostra associazione e con le attuali iniziative che quest’ultima intraprende sul territorio.
Un attimo dopo e’ stato il momento dei “L’Enigma Dixieland Band” che si sono esibiti in un serie di brani Jazz.
La band formata da: Antonio Caldarella (Trombone), Salvo Famiani (Clarinetto), Luciano Roccella (Benjo), Orazio Pulvirenti (Batteria), Alessandro Rapisarda (Bassotuba), Andrea Pennisi (Tromba) si ispira agli albori del jazz degli anni ’20 nonché ai crudi arrangiamenti di musicisti dell’epoca, come La Rocca e più tardi rispolverati dal celebre Louis Armstrong.
Ma entriamo nel vivo della serata; anche quest’anno abbiamo avuto il piacere di conferire per il secondo anno di fila
il premio “Granello rosso 2016”, che Renarossa conferisce al fotografo non socio, professionista e non, che durante l’anno è riuscito a trasmettere alla nostra associazione l’essenza del suo rapporto con la fotografia. Il premio viene assegnato al fotografo Francesco Lantino, che viene chiamato sul palco per riceverlo, con la seguente motivazione:
<<Per la capacità comunicativa con la quale riesce ad arrivare al cuore dell’osservatore e che prevarica su ogni tecnicismo. Per la sua sapiente gestione del rapporto con i soggetti fotografati senza mai varcare la soglia del loro intimo confine, evidente nel suo fare streetPhotography, per la memoria, un giorno storica che ha costruito con la fotografia.>>
A questo punto passiamo la parola a Francesco Lantino che ci racconta ancora una volta in breve la sua esperienza,
il suo modo di raccontare il mondo attraverso la fotografia, in particolare la fotografia di strada.

Arriva il momento che sale sul palco Gino Asero, anche quest’anno prontamente accorso alla nostra serata evento e a rafforzare ancora una volta la ormai reciproca stima tra LILT e associazione fotografica Renarossa.
Ma sopratutto a parlarci della LILT (Lega Italiana per la lotta ai tumori), di come l’unione fa la forza e come oggi sia possibile sconfiggere questa tremenda malattia, combattendo con coraggio, proprio come quando durante le loro partite di calcio tra pazienti e medici si battono in campo, realmente non uno contro l’altro, ma insieme contro lo stesso nemico.

Successivamente prosegue il viaggio della serata con la proiezione di un diaporama montato dal socio Christian Nicosia, utilizzando le foto di alcuni nostri soci e avente sempre il tema della strada.

A conclusione della serata è arrivato il tanto atteso momento da parte dei nuovi corsisti 2016, la consegna degli attestati di partecipazione al corso base di Fotografia Renarossa, che così come la prima mostra fotografica postCorso, proietta i nostri corsisti in questo fantastico mondo che è la fotografia.
Ma le sorprese non sono ancora finite, sopratutto per noi quattro soci fondatori, infatti proprio sul chiudere della serata i ragazzi del corso 2016 ci hanno omaggiato di una targa di ringraziamento, che terremo sempre ben in vista presso la sede dell’Associazione Fotografica e che ci riempie di orgoglio e gioia.
 Grazie ancora a tutti!!
foto-gruppo-chiusura-corso

Informazioni su Francesco Corsaro

Informatico per mestiere con la passione per la fotografia. Prediligo la fotografia di reportage associata al bianco e nero. Osservatore della vita quotidiana, intendo la fotografia come ricerca, strumento per raccontare in maniera personale realtà sociali e culturali della propria terra.

Lascia un commento